Studio Immobiliare - Logo

STUDIO IMMOBILIARE sas

di Marco Riderelli & C.

Piazza del comune, 12 60027 Osimo (AN) Tel. 071-7231032 E-mail: info@studioimmobiliare.it
logo nar logo cei logo fiaip
Slogan dello studio immobiliare

FISCO E IMMOBILI LE PROPOSTE DAI NOTAI

FISCO E IMMOBILI LE PROPOSTE DAI NOTAI

Convegno del Consiglio nazionale

Fisco e immobili, proposte dai notai

Enrico Bronzo MILANO « Questa mattina due fratelli hanno acquistato come prime case due appartamenti gemelli nello stesso condominio, pagando ciascuno 265mila euro. Il primo ha pagato imposte per 11.104 euro acquistando dall'impresa costruttrice, il secondo 3.414 euro da un privato». È uno degli esempi utilizzati ieri da Arrigo Roveda, del Consiglio notarile di Milano, per spiegare quanto gli addetti ai lavori debbano fare i conti con un sistema impositivo reso «iniquo e irrazionale» dal continuo susseguirsi di interventi legislativi non raccordati con i Testi unici di fine Anni 80. Gli esempi hanno concluso la tavola rotonda dedicata alla «Fiscalità dei trasferimenti immobiliari», organizzata dal Consiglio nazionale del notariato (nell'ambito dell'Expo Italia real estate) e hanno offerto ulteriori spunti a sostegno delle proposte di intervento studiate proprio dai notai. Il tema delle semplificazioni fiscali è molto sentito dal Notariato, che a Milano ha proposto la revisione delle imposte ipotecarie, catastali e dell'Iva sugli immobili chiedendo l'accorpamento e l'allineamento delle aliquote e una razionalizzazione delle imposte ipotecarie e catastali. Inoltre, ha proposto l'estensione delle agevolazioni prima casa a ogni primo acquisto di abitazione, anche in assenza dei requisiti soggettivi di prima casa e la creazione di un corpus organico sull'edilizia residenziale pubblica, sociale-convenzionata e privata. Su questo tema, Gianni Verga, assessore alla Casa del Comune di Milano, ha ribadito che «per realizzare edilizia sociale di qualità è necessario abbattere drasticamente i costi di tutta la filiera costruttiva, a partire dall'Iva – cosa che garantirebbe un risparmio sui costi finali pari al 10-20% – e destinando aree da mettere a disposizione a costo zero», con un ulteriore risparmio del 15-20 per cento. Il Notariato ha anche ripresentato il "pacchetto casa" in materia di fiscalità dei trasferimenti immobiliari, suddiviso in quattro punti. Il primo riguarda l'edilizia convenzionata con la proposta di eliminare l'obbligo di rispettare il prezzo di vendita o il canone di locazione "convenzionati", a condizione che il proprietario del bene paghi al Comune un importo pari al 10% della differenza fra il prezzo convenzionato e il prezzo di vendita risultante dall'atto notarile, oppure il 10% della differenza tra il canone di locazione convenzionato e il canone stabilito nel contratto. Gli altri punti riguardano: l'estensione del meccanismo del prezzo-valore alle compravendite di fabbricati soggette a Iva, a favore di persone fisiche, mediante l'introduzione di un credito d'imposta; gli incentivi per il ricorso al preliminare notarile trascritto e, in materia di legge 122/05 (tutela dai fallimenti del costruttore), il miglioramento del sistema, finora poco utilizzato, delle garanzie fideiussorie.

Sabato 14 Giugno 2008
FONTE: Il sole 24 ore - casa 24

Studio immobiliare sas di Riderelli Marco & C. P.Iva 02091490421
Tel. 071-7231032 071-7231033 Fax 071-7231034 E-mail: info@studioimmobiliare.it

Valid XHTML 1.0 Transitional